Flash-mob veneziani, non siamo panda

venerdì 17 Febbraio 2017 - Cronaca

 Residenti, città è macchina mangiasoldi per spennare i turisti

I veneziani sono vogliono essere una specie in via di estinzione come il panda gigante. Alla vigilia dell'avvio ufficiale del Carnevale, gli abitanti della città lagunare con un flash-mob dal titolo provocatorio "Un pesce di nome panda?" sul sagrato della Chiesa della Madonna della Salute hanno rivendicato il diritto di vivere, e non solo di lavorare, tra calli e campielli, senza subire il peso di un turismo sempre più soffocante. "Quello che comincia domani - dicono gli organizzatori - non è più il nostro Carnevale: è una macchina mangiasoldi per spennare i turisti undici mesi su dodici". 

Scrivi il tuo commento all'articolo

   

Se le lettere non fossero abbastanza chiare, premere F5 per cambiarle